HILLARY SEDU - Altra prodezza dell'avvocato nigeriano: verdetto storico al Tribunale di Napoli - Africa Nouvelles

ITALIE

Storico  verdetto del giudice Tribunale Civile di Napoli, Marida Corso, specializzato in Immigrazione, Protezione Internazionale e Libera circolazione dei cittadini dell'Unione Europea.

 

La ragazza che si chiama Nwabuzor Aaliyah Smith, figlia di una coppia nigeriana e assistita dall'avvocato Hilarry Sedu, aveva chiesto nel 2018 al Comune di Castel Volturno (dove vivono circa 20.000 immigrati di cui molti nati e cresciuti in Italia ma senza diritti) di applicare l'articolo 4, comma 2, della legge 91 del 1992, che sancisce che «ogni straniero nato in Italia, che vi risiede legalmente senza interruzione e fino alla maggiore età, diventa cittadino se dichiara di voler ottenere la cittadinanza italiana entro un anno dalla data del suo 18° compleanno».

Il sindaco, sulla base degli incartamenti del dirigente dell’ufficio anagrafe, aveva espresso un rifiuto, limitandosi «a firmare un atto sul quale, tecnicamente, non aveva competenze», spiega l’avvocato Sedu. Ciò costrinse la ragazza, che pur aveva dimostrato con documenti scolastici di aver sempre risieduto a Castel Volturno, a presentare ricorso in tribunale.

Non è un caso isolato in quanto altri ricorsi simili  sono attualmente pendenti al Tribunale di Napoli, tra i quali emerge il caso di un altro giovane, anch'egli figlio di genitori nigeriani, che l’estate scorsa estate, pur essendo stato selezionato per una serie televisiva, ma non potè firmare il contratto, c causa del permesso di soggiorno scaduto.